2° T.A.C. Fidal: in evidenza mezzofondo e lanci

05 Agosto 2020


 
Ancora buone prove da parte dei giovani atleti calabresi in occasione del secondo test di allenamento certificato organizzato dal Comitato Regionale Fidal, disputatosi martedì 4 agosto u.s. presso il campo CONI “A. Penna” di Reggio Calabria, ad iniziare dall’assolo di Idam Ayoub (Scuola Atletica Krotoniate) vincitore nei 1500m in 3’55”49, davanti allo junior Ahmed Semmah (Atletica Cosenza), sempre in scia del crotonese, capace di realizzare con 4’01”10 il nuovo personale sulla distanza, crono da top ten nazionale di categoria. Nella stessa gara, si migliora anche il giovane Ibrahim Maktoum (Scuola Atletica Krotoniate), ai piedi del podio in 4’22”24. La “scuola dei lanci” reggina è ormai sinonimo di successo, con l’allievo Davide Franco (Atletica Olympus) cresciuto fino a 57,65m nel martello, e lo junior Alessandro Raneri (Cus Palermo) che spara l’attrezzo a 58,07m, entrambi saldamente attestati nei migliori dieci in graduatoria nazionale per categoria.

Nel giavellotto senior John Barbarello (Atletica Barbas) si impone con una spallata da 51,93m sul compagno di team Riccardo Lavino (48,16m), specialista delle prove multiple. Nel martello master SM55 gradito ritorno alla vittoria per un grande ex professionista come Raffaele Tomaino (Atl. Ambrosiana) 45,62m, davanti ad Antonio Vaccari (Atletica Cosenza) 34,46m, vincitore più tardi nel giavellotto con 46,12m. Nella SF55 Maria Grandinetti (Atletica Cosenza) bissa il primo posto su martello (35,74m) e giavellotto (24,02m), specialità quest’ultima, che vede protagoniste nella categoria promesse Katia Provenzano (Atletica Brothers) 28,56m e in quella allieve Giuliana Briguglio (Atletica Minniti) 28,47m. Federica Gobbi (CUS Catania), si aggiudica la prova del martello senior con 43,70m. La velocità prolungata è appannaggio dello junior dell’Atletica Barbas Antonino Leonello, vincitore dei 400m in 53”74 davanti a  Giuseppe Pio Raho (Cosenza K42) classe 2003, secondo in 54”08, e a Giovanni Vladimir Renda (Fiamma Catanzaro) terzo in 54”13.

Nei 300m cadetti Antonio Scappatura anticipa di un soffio Daniele Gentile, rispettivamente 42”74 e 42”77, entrambi tesserati Atletica Barbas, mentre nelle donne vince Sofia Filice (Cosenza K42) 50”73 su Margherita Borrello (Atletica Olympus) 53”84. I 1000m cadetti sono terra di conquista per Niccolò Termini (Cosenza K42) 2’56”81, che regola sulla distanza Mattia Saccà (Atletica Gioia Tauro) 3’01”61 e Paolo Caratozzolo (Cosenza K42) 3’05”27, nelle donne Sara Salerno (Cosenza K42) con 3’31”68 ottiene  la vittoria su Simona Sgrò (Atletica Sciuto) 3’51”74. Tra i giovanissimi spiccano le prestazioni dei ragazzi della Cosenza K42 Simone Siciliano e Luigi Conforti, protagonisti nei 600m con 1’41”34 e 1’41”58, con Giuseppe Pio Ferro (Atletica Gioia Tauro) al terzo posto, bravo a chiudere la prova in 1’47”74; mentre al femminile Vanessa Stelitano (Atletica Olympus) in 2’01”08, taglia il traguardo in prima posizione, anticipando la coppia dell’Atletica Barbas formata da Ludovica Mauro (2’11”58) e Sara Oliveri (2’45”54). Nei 60m hs ragazzi, buona la prima per Michele Guerino Greco (Cosenza K42) 11”32, mentre Viola Canovi (Corradini Rubiera) domina tra le donne in 9”38, davanti a Chiara Verdelli (Atletica Barbas) 11”56 ed Elisa Lentini (Associazione Zagara) 11”86, figlia del compianto Domenico.

 



Condividi con
Seguici su: