3° T.A.C. Fidal: Ferrara si supera ancora, il suo disco vola lontano.

15 Agosto 2020


 
Uno strepitoso Riccardo Ferrara illumina con l’ennesima prestazione da applausi il terzo test di allenamento certificato organizzato dal Comitato Regionale Fidal, disputatosi mercoledì 12 agosto u.s. presso il campo CONI “A. Penna” di Reggio Calabria. Nel lancio del disco, lo junior reggino tesserato per il Cus Palermo, scaglia l’attrezzo a 58,50m, catapultandosi prepotentemente al terzo posto in graduatoria nazionale alle spalle del pugliese Carmelo Musci (59,44m) e del friulano Enrico Saccomano (59,58m). L’allievo di Franco Raneri, palesando un livello di crescita entusiasmante, si conferma alla grande, dopo aver stabilito lo scorso 2 agosto a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, il nuovo record siciliano nel getto del peso (7,260Kg) con 18,34m, terza misura mondiale tra gli Under 20. Sempre nel disco, il giovane Vitaliano Rappoccio (Atletica Olympus), classe 2004, con 42,63m ottiene la sua miglior misura dopo quella realizzata poche settimane fa nel peso, posizionandosi stabilmente nella top ten italiana di specialità 2020 e mantenendo fede alla bontà di quanto già espresso nella categoria cadetti.

Nei 5000m lo junior Ahmed Semmah (Atletica Cosenza), al primo anno di categoria, corre in solitaria infastidito non poco dal vento, chiudendo all’esordio sulla distanza in un incoraggiante 15’40”59. Dietro di lui, sprint per il secondo posto tra Giuseppe Di Stefano (Atletica Edilmarket Sandrin) 16’27”01 e Pasquale Praticò (Cosenza K42), che con 16’28”25 stabilisce il nuovo personale. Tra le  donne Caterina Arco (Cosenza K42), chiude la prova senza problemi in 20’20”32. Nei 200 maschili, Pasquale De Fazio (Atletica Amica) con 23”42 si conferma mattatore della velocità, dopo la vittoria nei 100m ottenuta nel primo T.A.C dello scorso 29 luglio, mettendosi alle spalle il decathleta Riccardo Lavino (Atletica Barbas) 23”74 e un Giuseppe Pio Raho (Cosenza K42) 23”92, in costante crescita. Al femminile Francesca Colonna (Cosenza K42) 29”04, si impone su Teresa Latella (Podistica Messina) 29”83 e Valentina Rigolino (Atletica Olympus) 29”86.

Tra i  giovani si mette in luce il cadetto siciliano Samuele Pistritto (Trinacria Sport), che incurante del vento domina i 2000m in 6’14”86, davanti a Niccolò Termini (Cosenza K42) 6’31”71 e Mattia Saccà (Atletica Gioia Tauro) 6’41”58, entrambi al nuovo personale. Nelle donne Sara Salerno (Cosenza K42) taglia il traguardo in bello stile con 7’49”18. Antonio Scappatura (Atletica Barbas) 48”16 e Rossella Mondilla (Fiamma Catanzaro) 51”05, sono i protagonisti sulla distanza dei 300m hs cadetti,  nella stessa categoria Marco Caccamo (Atletica Olympus) vince nel disco con 29,56m. Tra i più piccoli ancora in mostra la coppia vincente di Cosenza K42, formata da Andrea Siciliano e Luigi Conforti, che in un 1000m ragazzi piuttosto controllato sfoderano una volata da manuale sul rettilineo finale, con Siciliano davanti di un soffio in 3’16”10 sul 3’16”37 del compagno. Ai piedi del podio un talentuoso e mai domo Giuseppe Pio Ferro (Atletica Gioia Tauro) in 3’18”61. Tra le ragazze si impone Vanessa Stelitano (3’47”85) sulla compagna di team Eleonora Castello (4’08”65), entrambe tesserate Atletica Olympus. Il vortex ragazzi è appannaggio di Sebastiano Zuccalà (Atletica Barbas) 53,80m, davanti alla coppia di Gioia Tauro composta da Giuseppe Pio Ferro (43,83m) e Francesco Putrone (34,73m), invece tra le ragazze Maria Stella Marino (Atletica Minniti) lancia a 34,98m. Identica categoria, ma nei 2000m di marcia, la promettente Sofia Martino (ASD Icaro RC), chiude la prova in 13’21”62.

 

 



Condividi con
Seguici su: