Al via gli invernali lanci

28 Gennaio 2019


 

Sabato 26 gennaio u.s., è iniziata ufficialmente la stagione Invernale dei lanci. Il pomeriggio freddo, umido ed a tratti piovoso, non ha condizionato le prestazioni dei lanciatori calabresi che hanno partecipato a questa prima fase regionale di qualificazione ai Campionati Italiani Invernali di Lanci, dimostrando che, sebbene alla base delle quattro specialità di tale disciplina vi siano gesti tecnici di forza esplosiva veloce, i risultati si possono ottenere anche in situazioni climatiche avverse, purché ci sia una buona tecnica del gesto.

L’acuto della giornata lo regala ancora una volta Riccardo Ferrara (Atl. Olympus); da applausi le prove del diciottenne reggino che prima spedisce il disco da 1,750 kg a metri 52,44 stabilendo il nuovo primato regionale della categoria Juniores, e successivamente, nella gara del getto del peso da 6 kg, lancia la palla di ferro a 17,79 metri che vale il minimo di partecipazione ai Campionati Europei Under 20. Qui di seguito la breve cronaca delle altre gare:

Lancio del martello: la junior Pratesi Melania (Atl. Olympus) all’esordio assoluto lancia al primo tentativo l’attrezzo a 38,53 metri che rimarrà la migliore misura; per gli allievi Davide Franco (Atl. Olympus) e Alessandro Raneri (Atl. Olympus) spediscono il martello da 6 kg, rispettivamente, a metri 42,86 e metri 55,60. Per il martello master: Maria Grandinetti SF55 (Atl. Cosenza) ottiene 32,70 m;  Antonio Vaccari SM55 (Atl. Cosenza) lancia a metri 38,17; Agostino Palmieri (Lib.

Lamezia) SM60 a metri 23,01; Giuseppe Ammendola (Atl.Amatori Reggio) SM75 a metri 23,16 ed infine Giuseppe Laganà (Atl.Amatori Reggio) SM80 16,34 metri.

Lancio del disco: col disco da 2kg Domenico Barbaro SM (Atl. Barbas) ottiene il miglior lancio a metri 33.55; col disco da 1,750 kg secondo posto per Davide Franco (Atl. Olympus) con 34,50 metri e terzo posto per Demetrio Zuccalà (Atl. Barbas) con 30,90 metri. Nella gara femminile Monia Cantarella (Atl.Arcs Cus Perugia) lancio l’attrezzo da 1 kg a 43,87 metri e Maria Grandinetti SF55 a 25,24 metri.

Lancio del Peso: oltre alla splendida prestazione di Riccardo Ferrara, anche gli altri lanciatori in questa specialità si sono ben comportati: col peso da 7,260 kg Domenico Barbaro (Atl. Barbas) sigla 9,44 metri; nella gara Allievi con l’attrezzo da 6 kg migliora leggermente il personale Alessandro Raneri (Atl. Olympus) con un lancio di 14,71 m; nella gara Cadetti Vitaliano Rappoccio (Atl. Olympus) anche per lui il P.B. con 14. 76 metri. Al femminile Monia Cantarella (Atl.Arcs Cus Perugia) 14,47 metri.

Lancio del Giavellotto: l’allievo Giuseppe Nicolò (Atl. Barbas) con l’attrezzo da 800gr lancia a 33,15 metri; per gli assoluti si aggiudica la gara John Barbarello (Atl. Barbas) con 50,57 metri davanti a Luca Sergi (Running Club Napoli) secondo con metri 50,52.

Appuntamento fra quindici giorni con la seconda prova dei Campionati Invernali Lanci.

 



Condividi con
Seguici su: