Assegnati a Reggio Calabria i titoli regionali assoluti in pista

31 Maggio 2021

Nel settore lanci ancora in evidenza Riccardo Ferrara. Migliorati due primati regionali giovanili

 

Nel corso della due giorni dedicata ai Campionati Regionali Individuali su pista, disputatasi come da copione presso il campo CONI “A. Penna” di Reggio Calabria, sabato 29 e domenica 30 maggio u.s., sono emerse prestazioni interessanti, tra conferme e graditi ritorni, con il settore lanci sempre in grande fermento, e qualche spunto giovanile di rilievo in occasione delle prove multiple cadetti/e del Trofeo delle Province ragazzi/e. Riccardo Ferrara (C.S. Carabinieri) si esalta ancora una volta sulla pedana di casa, con una bordata nel peso da 19.19m (52.12m nel disco), assestandosi su un trend di risultati davvero impressionante, indiscusso leader di un movimento regionale che ha assoluto bisogno di grandi interpreti. Nella stessa specialità, Monia Cantarella (Cus Perugia), torna ai livelli che le competono e con 16.30m stabilisce la sua miglior misura di sempre. Nel disco allievi Vitaliano Rappoccio (Atletica Olympus) si ferma a 39.52m davanti allo junior Demetrio Zuccalà (Atletica Barbas) 25.68m, mentre nel martello si impone Davide Pio Franco (Atletica Olympus) con 53.02m sull’identica coppia Rappoccio (44.75m), Zuccalà (34.26m) e con Alessandro Raneri (Cus Palermo) a 51.64m fuori classifica. Vittoria nel giavellotto maschile per Bruno Toscano (Atletica Barbas) SM40 da 34.12m, sul pari categoria Giuseppe Putortì (Atletica Amatori Reggio Calabria) 31.90m. Al femminile Chiara Francesca Stillitano (Atletica Barbas) ottiene la misura di 20.10m. Nelle prove multiple cadetti, exploit di Sebastiano Zuccalà (Atletica Barbas), al primo anno di categoria, stabilisce con 3150 pt il nuovo primato regionale dell’Esathlon con disco (100h 16”24, Alto 1.53m, Giavellotto 36.32m, Lungo 5.40m, Disco 27.64m, 1000m 3’28”61), dietro di lui l’ottimo Marco Caccamo (Atletica Olympus) 2935pt e la coppia dell’Atletica Barbas formata da Daniele Gentile (2841pt) e Antonio Scappatura (2657pt). Sempre in tema prove multiple, vittoria nel Pentathlon per Chiara Verdelli (Atletica Barbas) 1551pt su Aurora Melissari (Atletica Minniti) 1411pt. Rientro alle gare con primato personale per lo junior Pasquale De Fazio (Atletica Amica), trionfatore in 11”29 sui 100m davanti a Marco Elia (Atletica Barbas) 11”86 e Alessandro Zurzolo (Ulimp ASD) 11”87. La junior Valentina Rigolino (Atletica Olympus) vince con margine i 200m femminili in 28”60, su Alessandra De Robertis (Fiamma CZ) SF45 31”01 e Namy Cortese (Cosenza K42) 31”93. Nei 400m maschili si impone Vladimir Giovanni Renda (Fiamma Catanzaro) 52”44, che supera Antonino Leonello (Atletica Barbas) 54”05 e Danilo Morabito (Atletica Olympus) 56”57, con Giovanni Barletta (Cus Palermo) al rientro in 50”70 fuori classifica. Buona prova negli 800m maschili per lo junior Abderrazak Hadar (Tiger Castrovillari) primo in 2’01”65 ai danni di Vladimir Giovanni Renda (Fiamma Catanzaro) 2’02”59 e Florentin Andrea Pruteanu (Atletica Sciuto) in 2’02”20 fuori classifica. Nelle donne vince Vanessa Staffa (Tiger Castrovillari) 2’39”09. Doppia vittoria per Pasquale Praticò (Cosenza K42) su 1500m (4’35”76) e 5000m (16’51”16), con l’allievo Luigi Rovagna (Icaro RC) protagonista dei 10000m di marcia in 56’37”01. Nel salto con l’asta Riccardo Lavino (Atletica Barbas) ottiene la misura di 4.20m, ripetendosi con un terzo posto nel lungo (5.77m), alle spalle di Luca Ferragina (Fiamma CZ) 5.95m e Davide Parma (Cosenza K42) vincitore del titolo con 6.01m. Nelle donne Margherita Manuardi (Atletica Olympus) segna 4.32m nel lungo e Katia Provenzano (Atletica Brothers) 9.73m nel triplo. Interessante prova di Vanessa Stelitano (Atletica Olympus) che con 1’45”33 nei 600m migliora, dopo ben 26 anni il primato regionale ragazze della distanza; al maschile sui 600m si impone Massimo Nucara (Atletica Olympus) con  1’49”83, mentre si aggiudicano il vortex Giuseppe Toscano (Atletica Barbas) con 41.20m e Maria Stella Marino (Atletica Minniti) con 33.63m 


Ferragina, Parma e Lavino durante la gara del salto in lungo


Condividi con
Seguici su: