Giovani in pista: torna il Trofeo Bravin

15 Giugno 2021

Sabato 19 giugno, allo stadio Paolo Rosi di Roma, la 54esima edizione dell’evento dedicato ad allievi e cadetti

 

Presentata a Roma, allo stadio Paolo Rosi, la 54esima edizione del Trofeo Giorgio Bravin. Dopo l’edizione 2020 fortemente condizionata dalla pandemia, ma che comunque si è svolta regolarmente per garantire la continuità sportiva, torna sabato 19 giugno la storica manifestazione di atletica, il più antico e longevo meeting giovanile che si svolge in Italia. Il 2021 segnerà il ritorno alla normalità dell’evento organizzato da Asi in collaborazione con Asi Atletica Roma, Comitato regionale e provinciale dell’Asi e con il patrocinio del Comitato regionale FIDAL Lazio.

A pochi giorni dall’inizio delle gare è già altissimo il numero delle iscrizioni. Saranno oltre trecento gli atleti presenti che, come da regolamento, potranno disputare una sola gara del nutrito programma previsto. Molte le regioni rappresentate: Lazio, Veneto, Toscana, Marche, Abruzzo, Umbria, Molise, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia con diverse società, mentre la Sardegna parteciperà con una selezione del Comitato regionale. Non mancherà un momento speciale riservato alle atlete paralimpiche con una batteria dei 100 metri alla quale prenderà parte la pluricampionessa Oxana Corso, in preparazione per le Paralimpiadi di Tokyo. Le gare, che inizieranno alle 14.45 per concludersi alle 20.15, come di consueto saranno riservate alle categorie allievi e cadetti. Per alcune prove è previsto il minimo di partecipazione e le società del Lazio potranno iscrivere un massimo di due atleti senza minimo.

Teatro della manifestazione sarà la tradizionale sede dello stadio Paolo Rosi di Roma, all’Acqua Acetosa, dove si svolse la prima edizione nel lontano 1965. Una storia che si ripete e che fa del Trofeo Bravin non soltanto un evento sportivo, ma un ideale punto di riferimento per tanti ragazzi che da qui hanno spiccato il volo verso traguardi importanti e risultati di livello internazionale. Gli ultimi esempi sono quelli di Dalia Kaddari, protagonista della velocità azzurra, che al Bravin si mise in luce nel 2016 conquistando la gara dei 300 cadette, e di Lorenzo Patta, vincitore nello stesso anno. Sono soltanto gli ultimi nomi di una lunga serie che vanno ad aggiungersi a quelli di campioni delle piste e delle pedane come Pietro Mennea, Fabrizio Donato, Gabriella Dorio, Alessandro Lambruschini, Francesco Panetta, Pierfrancesco Pavoni, Franco Fava, per citarne alcuni dei più famosi.

Alla presentazione sono intervenuti il presidente del Coni Lazio, Riccardo Viola, e il presidente di Asi, on. Claudio Barbaro. “Il Trofeo Giorgio Bravin - sottolinea Sandro Giorgi, presidente di Asi Atletica Roma e del comitato organizzatore - rappresenta un fiore all’occhiello per Asi. Siamo riusciti a mantenerne la continuità anche in periodo di pandemia realizzando, non senza fatica, l’edizione 2020 e ora quella del 2021. Riteniamo sia importante dare dei segnali forti di ripartenza e mi auguro che anche quest’anno la partecipazione, nonostante le limitazioni, sia rappresentativa di tutto il territorio nazionale. Vogliamo dare ai giovani l’opportunità di confrontarsi e ritrovarsi su un campo di gara. Asi sta superando le tante difficoltà organizzative che i tempi ci impongono. Siamo sicuri che sarà una grande edizione”.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 LIV^ Trofeo Giorgio Bravin