Giovani calabresi in evidenza tra Ariano, Roma e Reggio C.

23 Giugno 2021

In Campania segnali incoraggianti dalla rappresentativa cadetti

 

Weekend intenso per i giovani atleti calabresi impegnati sulle piste di Ariano Irpino, Roma e Reggio Calabria, capaci di mettersi in luce nonostante il caldo torrido di inizio estate. Nell’edizione inaugurale del Trofeo Interregionale Città di Ariano Irpino, disputatosi domenica 20 u.s. su pista e pedane dell’Arena Pietro Mennea di Ariano Irpino, alle porte di Avellino, sotto l’egida del Comitato Regionale Fidal Campania, sono andate in scena le rappresentative cadetti di Lazio, Campania, Calabria, Basilicata, Molise e Puglia, con i cadetti calabresi quarti davanti a Basilicata e Molise e le cadette seste nella classifica finale, grazie alla vittoria nel peso di Marco Caccamo (Atletica Olympus) 14,56m, ai nuovi personal best realizzati nei 300m da Simone Siciliano (Cosenza K42) 39”48 e Margherita Borrello (Atletica Olympus) 47”81,  nel salto in alto da Filippo Beatino (Atletica Brothers) 1,45m,  nei 1000m da Giuseppe Pio Ferro (Atletica Gioia Tauro) 2’57”39, e nel salto in lungo da Aurora Melissari (Atletica Minniti) 3,97m.  Hanno contribuito al risultato di squadra anche le buone performance degli altri ragazzi in gara: Filippo Bryan Luciano (Cosenza K42) 43”73 nei 300m, Luigi Conforti (Cosenza K42) 3’04”79 nei 1000m, vittima di una rovinosa caduta nei primi metri di gara, Salvatore Toscano (Atletica Olympus) 8,65m nel peso, Sara Salerno (Cosenza K42) 3’20”79 nei 1000m e di Nina Mirabelli (Cosenza K42) 4,30m nel lungo. Trasferta in terra laziale per l’Atletica Barbas, in grado di ben figurare in occasione della 54esima edizione del Trofeo Bravin, storica competizione giovanile organizzata dall’ASI con la collaborazione di ASI Atletica Roma e il patrocinio del Comitato Regionale Fidal Lazio. Il team reggino guidato dal Presidente Salvatore Calcagno, nel pomeriggio di sabato 19 u.s., sfruttando al meglio le potenzialità di un ottima location come lo Stadio Paolo Rosi di Roma, ha raccolto diversi risultati di rilievo, ad iniziare dalle migliori prestazioni personali ottenute dai cadetti Giuseppe Musarella, 300m (42”65), Sebastiano Zuccalà, 110m hs (15”63), Antonio Scappatura, 300m hs (43”89), Ludovica Mauro, 300 (48.30) e Chiara Verdelli, 300m hs (54”92), oltre alle buone prove di Daniele Gentile, 1200m siepi (4’03”55), Virginia Velino, salto in lungo (3,70m) e l’allieva Chiara Francesca Stillittano, giavellotto (23,95m). Pomeriggio di gare anche al campo comunale A.

Penna di Reggio Calabria, sempre nella giornata di sabato 19 u.s., riservata questa volta ai Campionati Regionali Individuali juniores/promesse/master, con la concomitanza dell’ormai consueto Trofeo delle Province Ragazzi e una serie di gare open per esordienti, allievi e seniores. Ottime notizie dal settore lanci, con l’allievo Vitaliano Rappoccio (Atletica Olympus) che si migliora ancora nel peso con la misura di 16,27m. Nelle corse veloci si distingue tra gli uomini Ivano Nicoletti (Atletica Master Trieste), categoria SM40, capace di sistemare con 22”89 nei 200m, la concorrenza di Pasquale De Fazio (Atletica Amica) 23”34, e Marco Elia (Atletica Barbas) 24”32, nelle donne si impone Valentina Rigolino (Atletica Olympus) 28”10, davanti alle sorelle Antonella e Maria Rosa Aquila entrambe tesserate per Calabria Young, rispettivamente in 29”57 e 30”01 al traguardo. Negli 800m vittoria per Habib Momodou Jobe (Atletica Sciuto) in 2’02”36, su Vladimir Renda (Fiamma Catanzaro) 2’03”29 e Florentin Pruteanu (Atletica Sciuto) 2’03”50, prima tra le donne Simona Sgrò (Atletica Sciuto) in 2’48”43. Oreste Leuzzi (Università Foro Italico) si impone nell’alto con 1,75m, su Marco Popone (Atletica Barbas) 1,60m e Demetrio Beatino (Atletica Brothers) SM50 da 1,27m. Riccardo Lavino (Atletica Barbas) vince il lungo maschile con 5,83m, su Oreste Leuzzi (5,63m) e Giuseppe Putortì (Amatori Reggio Calabria) SM40 terzo con 4,31m. Lo junior reggino Alessandro Raneri (Cus Palermo) avvicina i 60m nel martello (59,55m), dietro di lui il coetaneo Demetrio Zuccalà (Atletica Barbas) chiude a 39,05m, per poi lanciare il peso a 10,81m. Nella categoria master femminile SF35 Alina Grigore (Ulimp ASD), ottiene 4,51m nel lungo, mentre nel giavellotto SF45, Alessandra De Robertis (Fiamma Catanzaro) chiude la prova a 23,47m. Tra i giovani si distingue il cadetto Marco Caccamo (Atletica Olympus) con 14,52m nel peso, mentre nel lungo cadette Aurora Melissari (Atletica Minniti) fa segnare 3,97m, davanti a Sofia Latella (Atletica Barbas) 3,81m, e Michela Alampi (Atletica Minniti) 3,69m. Avvincente prova nei 60m ragazzi, con la vittoria della new entry Gabriel Circosta (Ulimp ASD) 8”54, con Marco Nucara (Atletica Olympus) 8”73, e Giuseppe Toscano (Atletica Barbas) 9”35, a completare il podio. Gabriel Circosta si ripete anche nel lungo con 3,92m, davanti a Gabriel D’Ascola (Atletica Sciuto) 3,76m, e Andrea Beatino (Atletica Brothers) 3,65m.  Nei 60m ragazze domina Vanessa Stelitano (Atletica Olympus) 8”70, dietro di lei tagliano il traguardo Eleonora Castello (Atletica Olympus) 9”18 e Carlotta Bertini Vadala (Atletica Barbas) 9”49. Giuseppe Toscano (Atletica Barbas) vince il peso ragazzi (8,92m) con Eleonora Castello (Atletica Olympus) a 7,83m, nei 1000m Yasmine Barkoumi (Atletica Sciuto) termina la sua prova in 4’08”56, nel lungo si impone Sarah Maria Velino (Atletica Barbas) con 3,75m.


Gara categoria Esordienti al campo Coni di Reggio Calabria


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate