Gli individuali Assoluti di Siderno

27 Giugno 2017


 

Sabato 24 e domenica 25 giugno u.s., a Siderno sulla pista dello stadio “Filippo Racidi”, si sono svolti i Campionati Regionali Individuali Assoluti validi anche come terza prova del campionato di società,  gli individuali Esordienti maschili e femminili, gli individuali Ragazzi e Ragazze, nonché gli individuali del Pentahlon Lanci riservati ai master con gare extra per la categoria Cadetti.

Le due giornate di gare sono state l’occasione per ricordare la prematura scomparsa dell’indimenticabile dirigente della Bramatletica Reggina, Bruno Ambusto, conferendo un premio alla migliore prestazione tecnica nelle gare assolute, messo in palio dalla società Atl.Olympus. Prima del minuto di silenzio, il bel pensiero nel ricordo di Bruno Ambusto espresso pubblicamente dal Maestro dello Sport Pasquale Mazzeo, hanno commosso tutti i presenti.

I risultati tecnici sono stati condizionati dal  caldo torrido ed umido con le prime elevate temperature estive. Tra i vari titoli regionali per la categoria assoluti sono da segnalare per i 100 metri la vittoria di Vincenzo Piccolo (Atl. Olympus) con 11.96 ed al femminile, la compagna di squadra Beatrice Romeo in 12.86. Giovanni Barletta (Atl. Olympus) si aggiudica la vittoria dei 200m in 22.86 e dei 400m con 50.25. Sui 400 metri il suo crono è stato anche il miglior punteggio tabellare facendogli aggiudicare il premio “Bruno Ambusto”.  Nel mezzofondo veloce Alfonso Scarfone (Fiamma Catanzaro) vince il titolo con 2.0754, nei salti in evidenza Stefano Milone  (Atl. Barbas) nell’alto con 1.80 e Danilo Pallonetto (Atl. Olympus) nel salto in lungo con 6.11. Per i lanci John Barbarello (Atl. Barbas) nel giavellotto fa atterrare l’attrezzo a metri 52.29.

Nella categoria esordienti maschili i gemelli Martino dell’Atletica Gioia Tauro conquistano il primo posto sui 600 metri con Luigi, mentre Andrea vince il salto in alto ed i 50 metri. Gli ostacoli sono appannaggio di Sebastiano Zuccalà dell’Atl.Barbas, nel lungo vittorio di Mattia Sacà della Fiamma Atl.Catanzaro, il vortex vede primeggiare Giuseppe Duggento dell’Atl.Rendese ed infine la marcia Luca Calabrò della Unipol Sai Icaro.

Al femminile i titoli esordienti vengono divisi tra la Zagara Asd con Panetta Delia sui 600 metri e salto in alto, Lentini Elisa sui 50 ostacoli e l’Asd Tiger Running Club con Secareanubriceag Melania sui 50 metri e salto in lungo.

Per la categoria Ragazzi Vitale Alessandro (Atl.Olympus) primeggia sulla velocità e nel lungo, Caputo Matteo (Atl.Rendese) si aggiudica il salto in alto e Rappoccio Vitaliano (Atl.Olympus) il lancio del peso con metri 12.70

Tra le ragazze i campioni regionali sono: Veronica Staffa della Tiger Running Club per la velocità, Marino Veronica (Atl.Minniti) sui 1000 metri, Accurso Francesca (Tiger Running) per gli ostacoli, Manuardi Margherita (Atl.Olympus) nel salto in lungo.

Nel Pentathlon Lanci Master maschile e femminile al via 21 atleti provenienti anche dalle regioni della Sicilia, Puglia e Lombardia che si sono dati battaglia nelle cinque specialità del lancio del martello, peso, disco, giavellotto e martello con maniglia corta. Si sono laureati campioni regionali calabresi Demetrio Beatino M45 (Atl.Barbas) con 1018 punti, Antonio Vaccari M50 (Atl.Cosenza) con 3142 punti, Laganà Umberto M75 (Atl.Amatori Reggio) con 2964 punti, Sergi Sergio M80 (Atl.Amatori Reggio) con 2265 punti, Mortara Mariangela F35 (Atl.Minniti) con 1805 punti e Grandinetti Maria F50 (Atl.Cosenza) con 3160 punti.

Nelle restanti gare si segnala l’ottima prestazione del cadetto Alessandro Raneri (Atl.Oympus) nel lancio del peso che con 16,01 metri ottiene il momentaneo primo posto nella graduatoria stagionale Italiana di categoria.



Condividi con
Seguici su: