Idam prevale su Calcaterra a Mangone

17 Ottobre 2018

Terza prova finale per il Campionato Individuale su strada master


 

La seconda edizione della maratonina “Madonna dell’Arco”, organizzata dalla A.S.D. Dojo Judo Running Valle del Savuto, è stata la terza ed ultima prova del Campionato Regionale Individuale di corsa su strada master maschile e femminile.

Ma aldilà dei titoli assegnati e della gara podistica in sé, la manifestazione si è rivelata un grande avvenimento sportivo che ha coinvolto una grande fetta della popolazione del circondario e non solo gente del settore, sotto il patrocinio dell’UNICEF.

Già dal giorno prima della gara, infatti, il Presidente Carmelo Servidio ha fatto si che gli ospiti della manifestazione, ossia il fuoriclasse ultramaratoneta Giorgio Calcaterra e gli ex atleti nazionali, Deborah Toniolo, Giovanni Ruggero e il cosentino Maurizio Leone, visitassero il Palazzetto dello Sport di Rogliano per parlare a circa 400 giovani studenti dello sport e dei suoi benefici.

Nella stessa giornata si è, poi, svolto un convegno a cui hanno partecipato, oltre ai citati campioni, anche il terapista della riabilitazione Francesco Bosco, il delegato Coni, avv. Francesca Stancati, l’ex Miss Calabria e laureata in Scienze motorie Bina Forciniti ed il delegato Fidal Cosenza, Prof.

Vincenzo Caira.

Oggetto del convegno è stato il concetto dell’atletica nei giovani della società moderna, atteso che da approfonditi studi in materia è emerso che passano più tempo davanti a tv e video giochi invece di praticare sport o attività fisiche che fungerebbero da prevenzione per diverse patologie future.

Il giorno della gara il Presidente Servidio non ha fatto mancare niente agli atleti e ai loro accompagnatori:

dall’intrattenimento offerto da Radio Flash sud alla musica della fanfara del I Reggimento Bersaglieri di Cosenza, da numerosi stand gastronomici a quelli promozionali della Enervit e della Redbull, dai fotografi pronti ad immortalare gli atleti sul percorso alla perfetta segnalazione dello stesso.

Per la cronaca, la gara è stata vinta in campo maschile dalla giovane promessa della K42, Idam Ayoub, che ha dato circa 40 secondi di distacco al veterano Calcaterra. A seguire Edoardo Misurelli sempre della società cosentina K42. Tra le donne a spuntarla è stata, invece, la giovane pugliese Mariangela Ceglia, seguita dalle correggionali Damiana Monfreda e Delia Mastrorosa. Per la società organizzatrice ottime le prove degli atleti Luigi Altomare 6° assoluto e 2° di categoria SM, Giuseppe Buffone, 7° assoluto e 1° di categoria SM45 e Faustina Bianco, 6° assoluta tra le donne e 1° di categoria SF50.

Infine, ma non per importanza, prima dell’inizio della gara è stato rispettato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime della recente alluvione in Calabria, Stefania ed i piccoli Christian e Niccolò.


Tutti i vincitori del Campionato Individuale Master


Condividi con
Seguici su: