La Corricastrovillari in Arberia

29 Luglio 2019


 

Correre in notturna tra i favolosi vicoli della comunità albanese del XV secolo deve aver suscitato emozioni forti agli atleti della 8a Corricastrovillari. La manifestazione, inizialmente prevista per il 12 Maggio e spostata al 20 Luglio, ha visto la partecipazione di circa 130 atleti tra agonisti e non. Il percorso di 1.450 km, da ripetere 6 volte, è stato particolarmente seguito con interesse dai cittadini di Frascineto che hanno potuto assistere a tutte le fasi della gara e che hanno incitato ad ogni giro gli atleti che transitavano. La ASD Corricastrovillari può ritenersi soddisfatta della perfetta organizzazione e del nuovo percorso che è stata costretta a spostare dalla classica location, anzi potrebbe essere motivante fare le prossime edizioni tra i numerosi paesi dell’Arberia della zona del Pollino. La gara, fin dalla partenza, ha visto lo scatto del giovane Federico Cottone della Asd Corricastrovillari che, non volendo attendere neanche un giro per “sentire” le condizioni degli avversari, ha condotto tutta la gara in solitaria, entusiasmandosi per il calore che il pubblico gli riservava ad ogni passaggio, per chiudere con il tempo 31:38 Dietro si è formata una coppia di grandi campioni, Francesco Turano e Michelangelo Spingola, che si sono controllati fino all’inizio del 4 giro dove Turano della Cosenza K42 ha impresso delle accelerazioni che hanno staccato di 20 secondi il campione di Spezzano Albanese della Corricastrovillari Spingola, permettendogli di chiudere la gara in 33:00. La gara femminile ha visto l’agile ed elegante Francesca Paone della Hobby Marathon di Catanzaro condurre la gara già dalle prime battute, seguita da Faustina Bianco della Dojo Judo e da Verdiana Martucci dell’ Atletica Siena. La premiazione, avvenuta nella bellissima piazzetta che si affaccia sulla piana di Sibari, ha avuto la presenza e la grande soddisfazione, per la riuscita della manifestazione, del sindaco dott. Catapano e dei vari assessori dott. Perrone, dott. Gaetani e dott. Pegli.



Condividi con
Seguici su: