La doppia gioia di Rappoccio trascina i giovani calabresi

08 Settembre 2020


 
 
Due bordate da primato per Vitaliano Rappoccio e tanti giovani in evidenza, in occasione del quinto test di allenamento certificato organizzato sabato 5 settembre dal Comitato Regionale Fidal. Sulle pedane del campo “A. Penna” di Reggio Calabria, l’allievo tesserato per l’Atletica Olympus, si migliora due volte, scagliando prima il disco a 44.23m davanti al compagno di team Davide Franco cresciuto fino 40.87m, e poco più tardi il peso a 15.36m, misure che attestano la qualità dei due lanciatori reggini saldamente posizionati nei piani alti delle graduatorie nazionali, in vista dei campionati italiani di categoria in programma a Rieti nel prossimo weekend. Nelle corse veloci stravince di classe i 200m Giovanni Barletta (Cus Palermo) 22”51, su Pasquale De Fazio (Atletica Amica) 23”49 e Giuseppe Pio Raho (Cosenza K42) 24”23, con Francesca Colonna (Cosenza K42)  28”99, prima tra le donne.

Finale thrilling negli 800m, dove la spunta di un soffio l’allievo Abderrazak Hadar (Tiger Castrovillari) in 2’01”83, ai danni di un generoso Antonino Leonello (Atletica Barbas) 2’01”87 e di Bilal El Karroumi (Asd Correre e Vita) 2’04”17. Riccardo Lavino (Atletica Barbas), in attesa dei campionati italiani di prove multiple riservati agli under 23, si aggiudica la vittoria su disco (32.86m) e lungo (6.31m). Grande fermento tra i giovani calabresi, con l’ulteriore miglioramento nella categoria cadetti per l’ottimo Marco Caccamo (Atletica Olympus)con 14.24m nel peso, Antonio Scappatura (Atletica Barbas) 45”75 nei 300 ostacoli e Davide Parma (Magna Grecia Cassano) 5.97m nel lungo. Buone prove anche sulla distanza dei 1000m, dove si impone negli uomini Niccolò Termini (Cosenza K42) 2’55”70, davanti al compagno di squadra Paolo Caratozzolo (3’00”84) e a Daniele Gentile (Atletica Barbas), 3’07”40, con Sara Salerno (Cosenza K42) 3’28”38, vincitrice tra le donne.

Gradito ritorno nei 3000m di marcia per Giorgia Alampi (Atletica Olympus), che ottiene la sua miglior prestazione con 19’50”18.  Nella categoria ragazzi, il vento forte sul rettilineo di partenza frena l’azione della coppia K42 formata da Simone Siciliano e Luigi Conforti, 43”42 e 44”02 sui 300m, valido terzo Francesco Putrone (Atletica Gioia Tauro) 50”72, ma non intacca le qualità di Giuseppe Pio Ferro (Atletica Gioia Tauro), che in solitaria ottiene un probante 3’15”29 sui 1000m, di Vanessa Stelitano (Atletica Olympus) 3’42”93 tra le donne, e quelle dell’eclettico Sebastiano Zuccalà (Atletica Barbas) 5,21m nel lungo e 20”15 nei 150m, emergono inoltre le performance di Sara Verdelli (Atletica Barbas) 3,93m nel lungo e 34”50 nei 200 ostacoli, Sofia Martino (Asd Icaro) 12’57”39 nei 2000m di marcia e Sara De Vico (Cosenza K42) 23”01 nei 150m. Esordienti scatenati, con le vittorie sui 150m di Davide Staffa (Tiger Castrovillari) 22”46 negli Eso10 e Giuseppe Fazio (Atletica Amica) 27”30 negli Eso8, tra le donne un incontenibile Kristel Santoro (Eso10) segna un notevole 21”83 seguita dalla più piccola Serena D’Ingianna (Eso8) in 24”22. Le bimbe “terribili” della Tiger Castrovillari stabiliscono al rientro i rispettivi primati personali, con annessa dedica all’indimenticato Donato Sabia.   

 

 



Condividi con
Seguici su: