Raduno Club Lazio, al Terminillo è un successo

13 Agosto 2018

Atletica e divertimento: allenamenti in altura, proiezioni e svago con i tecnici Rambotti e Bayram e con gli azzurrini Guerra e Pavoni. E il campione del mondo Benati si racconta


 

Divertirsi con l’atletica, allenarsi al fresco nel pieno di agosto grazie ai 1500 metri del campo d’altura del Terminillo, confrontare le idee e mescolare le visioni. È stato un successo il raduno del Club Lazio che per sette giorni, dal 5 all’11 agosto, ha portato 36 atleti al campo d’altura “Enrico Leoncini”, in località Cinque Confini, per preparare l'ultima parte della stagione. Sulla montagna reatina, il bel gruppo di giovani atleti provenienti da tutta la regione ha ricevuto le indicazioni dei tecnici Flavio Rambotti e Gianni Bayram, coadiuvati nella seconda parte del raduno da Mario Benati, Viola Serego e Barbara Caridi. 

LE ATTIVITÀ - Gruppi di lavoro riservati a salti, lanci, ostacoli, staffette, velocità e mezzofondo, ma anche serate dedicate alla proiezione di filmati di approfondimento tecnico su salto in alto e 110 ostacoli, unite ad attività di svago ed escursioni. Il Terminillo si è mostrato accogliente con gli atleti, e un contributo importante per gli spostamenti dei ragazzi l'ha il pulmino messo a disposizione dalla Studentesca Andrea Milardi. 

AZZURRINI - Tra i presenti, c’erano anche gli allievi azzurrini Francesco Guerra (RCF Roma Sud) e Francesco Pavoni (Esercito Sport&Giovani), che all'inizio di luglio hanno vissuto l’esperienza degli Europei U18 di Gyor. In Ungheria ha conquistato una doppia, meravigliosa, medaglia d’oro Lorenzo Benati, nei 400 e nella staffetta, titolo bissato a livello mondiale a Tampere con la 4x400 under 20 una settimana dopo. E proprio il romano dell’Atletica Roma Acquacetosa ha partecipato al raduno, dall’8 agosto, insieme al fratello Matteo, e ha condiviso con gli altri ragazzi il racconto delle emozioni provate nelle recenti rassegne internazionali.

FIDUCIA - Un’esperienza sicuramente positiva, quella del raduno. Numeri interessanti e sempre in crescita che confermano la qualità del lavoro svolto nelle precedenti tre edizioni e la fiducia che i giovani ripongono nel settore tecnico del CR Lazio.


Il raduno al Terminillo


Condividi con
Seguici su: