Successo della Stracassano

04 Settembre 2019

Dalla foce del Crati, in riva allo Ionio, sulle orme del toro cozzante


 

Sabato 31 agosto 2019 alle ore 17.45 dallo spettacolare e incantevole scenario dei Laghi di Sibari ha preso il via la VI StraCassano, dalla Foce del Crati, gara podistica competitiva, valida quale VIII prova del Campionato regionale su strada Master maschile e femminile, su di un percorso interamente pianeggiante di circa 10 km di un unico giro, che dopo aver attraversato i Cantieri Nautici, il Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide, i Lidi, ha raggiunto la  Piazzetta di Marina di Sibari, sulle orme del Toro Cozzante.

182 il record di iscritti quest'anno. Starter d’eccezione il dott. Mario Muccio, Commissario Straordinario della Città di Cassano all'Ionio e Francesco De Santis, socio onorario con disabilità motoria.

Gli atleti, scortati sia dalle moto dell'organizzazione sia da ciclisti in erba della Associazione Sportiva "Armando Gatto", si sono dati battaglia sin dai primi chilometri. Al passaggio ai Cantieri Nautici solo al comando era Alberto Benvenuto della Polisportiva Pontelungo Milano, seguito dalla coppia Turano e Altomare rispettivamente della Cosenza K42 il primo e della Dojo Judo Running il secondo.

Subito dopo aver attraversato il Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide, anche a causa del caldo e del notevole tasso di umidità, crollo improvviso del battistrada che veniva superato dalla coppia Turano-Altomare, che insieme e con passo costante proseguiva sino all'ultimo chilometro. Il giovane Luigi Altomare a circa 800 metri dal traguardo aumentava i giri del motore staccando di pochi metri il suo compagno di gara sino a raggiungere la piazzetta di Marina di Sibari, ove tagliava il traguardo dopo 34 minuti e 31 secondi. Al secondo posto, a soli 11 secondi di distacco, il fortissimo Francesco Turano della Cosenza K42. Completava il podio  Luigi Imbrogno della Cosenza K42, sempre presente a tutte le edizioni della StraCassano.

Nessuna storia per la gara femminile: gara in solitudine dal primo all'ultimo chilometro per Teresa Latella della Podistica Messina, vincitrice della prima edizione della StraCassano, che tagliava il traguardo dopo 42 minuti e 29 secondi. Seconda Verdiana Martucci, sino allo scorso anno tesserata con la Magna Graecia e da quest'anno, per motivi di studio, tesserata con la Atletica Siena.

Ha completato il podio Stefania De Napoli della Cosenza K42.

Subito dopo l'ufficialità della classifica generale i componenti del Direttivo ed i soci della Polisportiva Magna Greacia hanno provveduto alle premiazioni dei primi tre classificati assoluti unitamente ai primi tre classificati di ogni categoria master sia maschile che femminile, tra gli applausi scroscianti del pubblico che ha accolto con gioia e interesse l’attesa  kermesse sportiva.

Il Presidente Aldo Jacobini, molto soddisfatto dello svolgimento della gara, ha ringraziato la forte rappresentanza di Società regionali ed interregionali, le istituzioni  presenti, il Consiglio direttivo, tutti i soci e quanti hanno lavorato e condiviso fattivamente il Progetto sportivo presentato. 

L’adozione del  Piano di sicurezza  curato nei minimi dettagli col dirigente Luigi Genovese,  ha permesso agli atleti di correre nella massima sicurezza, garantendo anche due punti di ristoro lungo i dieci chilometri del percorso.

Infine il Presidente ha consegnato quattro targhe di riconoscimenti al dott. Mario Muccio, Commissario Straordinario del Comune di Cassano, al Capitano Michele Fiorenzo Dileo, atleta della Polisportiva, all’ing. Giovan Battista Perciaccante, Presidente Ance e a Sua Eccellenza Mons. Francesco Savino, Vescovo della Diocesi.

 

Aldo Jacobini



Condividi con
Seguici su: