Successo della gara Memoria e Legalità

11 Dicembre 2018


 

Grande successo di partecipazione e di pubblico, lungo tutte le strade interessate di Vibo Valentia, ha riscosso la manifestazione podistica ideata dal nuovo Questore di Vibo Valentia, Dott. Andrea Grassi, e tecnicamente organizzata dalle società locali di Atletica Leggera: ASD Atletica San Costantino Calabro e ASD Atletica Vibo Valentia. L’interessante e riuscitissima manifestazione ha visto l’adesione di oltre 700 iscritti tra uomini e donne nella gara competitiva e non competitiva. A Vibo Valentia un avvenimento sportivo non aveva mai visto al via tante persone! La giornata sportiva si poneva come epilogo d’una successione di quattro giornate di iniziative mirate alla celebrazione del progetto “Memoria e Legalità”, volute dal Questore A. Grassi. Per la FIDAL regionale e provinciale è stato un onore collaborare al nobile impegno della Questura di Vibo Valentia, finalizzato a sensibilizzare la coscienza civile, sociale, morale e culturale degli abitanti dell’intero territorio provinciale. La gara, di km 8 per gli agonisti, provenienti da ogni parte della Regione, e di km 3 per i non tesserati FIDAL, si è svolta nella regolarità più assoluta lungo le strade vecchie e nuove della città, un tempo “Monteleone” ed in origine “Hipponion”, colonia greca. I vincitori della gara sono stati: Luca Ursano (Cosenza K42), in campo maschile e Francesca Paone (Hobby Marathon CZ), in campo femminile, ma il significato morale della competizione travalica il puro spirito agonistico e sta, invece, a commemorare la scomparsa dell’Ass.

Capo di Polizia Antonio Molinaro, Capo scorta del Giudice Giovanni Falcone, quel funesto giorno della strage di Capaci, ed ora nobile medaglia d’oro al valore civile, come ricordato dal Prefetto Franco Gabrielli, Capo della P.S. di Stato, nella giornata del 29 novembre, in apertura di celebrazione. Al termine della lunga mattinata sportiva del 2 dicembre, tutti i partecipanti alla gara sono stati premiati nell’auditorium della locale scuola di Polizia, col previsto pacco gara e con artistiche ceramiche del laboratorio artigiano T.A.F. di San Costantino Calabro, alla presenza di numerose autorità politiche, civili, militari e sportive, tra cui lo stesso Questore Andrea Grassi; il Senatore Giuseppe Mangialavori; il Sindaco di Vibo Valentia, Elio Costa; il Presidente della FIDAL regionale, Ignazio Vita; l’Assessore comunale Silvia Riga; il Direttore della Scuola di Polizia, Stefano Dodaro e Pasquale Mazzeo, Delegato provinciale FIDAL e, per l’occasione, speaker entusiasta. L’attivismo organizzativo del nuovo Questore ha mobilitato la solidarietà di numerosi sponsor, tra i quali alcune tra le aziende e/o ditte più importanti dell’hinterland vibonese. Nell’eccezionale mattinata atletica del 2 dicembre a Vibo Valentia, la FIDAL calabrese ha vissuto una giornata non solo agonistica ma, soprattutto, di proficua attività collaborativa con la Questura di Vibo Valentia per il progresso dei cittadini dell’intera provincia, e, fiero di ciò, il Presidente Ignazio Vita, elogiando l’iniziativa, ha ringraziato tutti gli operatori FIDAL ed in particolare Raffaele Mancuso, Presidente dell’Atletica San Costantino e Franco Bentivoglio, Presidente dell’Atletica Vibo, che con la loro disponibilità organizzativa hanno reso possibile un avvenimento tanto civilmente simbolico, col quale la FIDAL calabrese scrive un’altra pagina onorata ed inedita nel proprio ricco carnet di attività polivalenti.

Pasquale Mazzeo



Condividi con
Seguici su: