Vola il reggino Riccardo Lavino

25 Gennaio 2021


 
Il lungo stop dovuto alla cancellazione delle gare causa Covid non placa la “fame” di record di Riccardo Lavino. Domenica 24 gennaio al “Palaindoor” di Padova, nel corso di una gara regionale categoria “promesse”, Il ventenne atleta reggino, tesserato con la società ”Atletica Barbas” del presidente Luigi Calcagno ed allenato dal prof. Luigi Barbarello, ha saltato 4.60 nel salto con l’asta, eguagliando quello che è il primato regionale outdoor ottenuto nel lontano 1988 da Antonino Abate della “Naf Aranca” Reggio Calabria.
Soddisfazione per il risultato conseguito che porta Riccardo ad un miglioramento di ben 40 centimetri al suo personal best, ma rimane anche un po’ di rammarico per aver fallito di un soffio la misura di 4.70.
La lunga inattività e l’assenza prolungata dalle competizioni agonistiche, unite all’impossibilità di potersi allenare nella propria città per la chiusura del campo Coni, non hanno scoraggiato il talentuoso ex velista classe 2000, punta di diamante della Fidal Calabria a livello giovanile . Per tutta la settimana si è allenato a Milano, ospite della “Track & Field Academy” e, alla prima gara utile, ha subito fatto parlare di se. Cosa avvenuta anche lo scorso settembre a Grosseto, ai campionati italiani di prove multiple, dove Lavino ottenne nel decathlon un eccellente sesto posto finale nella categoria “promesse” nonché il primato regionale assoluto con 6150 punti.
Per Lavino, dunque, il 2021 è iniziato nel migliore dei modi. Nelle prossime gare della stagione, Covid permettendo, è atteso al definitivo salto di qualità.


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate