Ottimo week-end per gli atleti calabresi

30 Maggio 2019


 

Atleti Calabresi in evidenza lo scorso fine settimana nelle gare fuori regione, partiamo dalla bellissima prestazione di Ayoub Idam (Cosenza K42) che a Castiglione della Pescaia in provincia di Grosseto, nella gara dei 3000 metri nel IX International Meeting in programma  domenica 26 maggio, con un sontuoso 8’17”42 l’atleta italo marocchino allenato da Scipione Pacenza è arrivato quarto nella classica riservata ai Men New Balance Games, mettendosi dietro avversari agguerriti come Federico Riva e Francesco Guerra.  Atleti da tutto il mondo hanno partecipato a questa manifestazione su una pista nuovissima; inoltre c’è da sottolineare che quest’anno il Meeting è stato svolto in notturna per rendere le condizioni di gara più favorevoli agli atleti. A vincere il 3000 metri è stato l’ugandese Oscar Chelimo col tempo 8’02”78.

A Mantova sabato 25 e domenica 26, il reggino Riccardo Lavino dell’Atletica Barbas allenato da Luigi Barbarello ha preso parte al Campionato Italiano Individuale Juniores di Prove Multiple, totalizzando un punteggio di 5409 punti collocandosi in 12 posizione nella classifica finale di categoria. Il decatleta si migliora di circa 300 punti, con una prestazione equilibrata nelle due giornate di gare; infatti, somma 2.725 il primo giorno e 2684 la seconda giornata di gara e nella specialità 110 ostacoli ottiene il massimo punteggio con 648 punti. A vincere la gara Dario Dester (Atl. Arvedi di Cremona) con 7370 punti.  

A proposito di Prove Multiple, nello stesso weekend, ad Abbadia San Salvatore (SI) la reggina Giusy Lacava Master F50, portacolori dell’Assi Giglio Rosso Firenze, si aggiudica il titolo Italiano di categoria nell’Eptathlon con 3551, miglior punteggio 724 punti nella gara dei 200 metri col tempo di 30”9. Abbinato al Campionato di Prove Multiple si è disputato anche quello di staffette master e sempre la reggina Lacava con le altre compagne fiorentine, si aggiudica il titolo italiano F45 nella staffette svedese.

Sul nuovo e colorato impianto della ridente cittadina di Molfetta (Bari) ai Campionati Individuali Pugliesi Juniores e Promesse di sabato 25 e domenica 26 maggio, si sono distinti diversi atleti calabresi giunti da Cosenza e da Reggio Calabria. Purtroppo le loro prestazioni tecniche sono state condizionate da un forte vento.

Non essendoci in regione impianti dignitosi ed all’altezza, le società calabresi sono costrette a lunghi e costosi viaggi pur di permettere ai propri atleti di gareggiare.

Viene da pensare “quando finirà questo divario?”, la risposta è semplice: quando le nostre istituzioni daranno priorità anche all'atletica leggera.

 

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate