A Reggio il 1° Memorial per ricordare Ignazio Vita

01 Agosto 2022


 

L'Atletica calabrese, sabato 30 luglio 2022, ha voluto ricordare la figura di Ignazio Vita, presidente regionale della Fidal Calabria dal 1987 al 2021, dando vita ad una manifestazione su pista presso l'impianto del rione Modena di Reggio Calabria, che lo ha visto protagonista di tantissima attività promozionale ed agonistica ad ogni livello di partecipazione. Ad onorare la figura di Ignazio Vita, il Presidente del CONI Calabria Maurizio Condipodero,  il Segretario Regionale di Sport e Salute Walter Malacrino, il Consiglio Regionale della Fidal Calabria tutto, con in testa il Presidente Vincenzo Caira, fautore dell'evento sportivo-commemorativo e alla presenza della Signora Gavina Fresi, vedova Vita, che è stata impegnata più volte nell'effettuare alcune premiazioni. Durante la manifestazione, due colpi di pistola hanno scandito l'inizio e la fine di un minuto di silenzio, che è stato effettuato per ricordare ai numerosi presenti i tanti momenti trascorsi durante la vita sportiva e non insieme ad Ignazio Vita. Ventinove le associazioni sportive iscritte con i loro atleti alle gare che hanno dato l'opportunità a molti atleti, nonostante le precarie condizioni di pista e pedane, di migliorare i propri "personal best". La gara dei m. 100  maschili, dopo la disputa di n. 3 serie, ha visto prevalere su tutti i rappresentanti della A.S. Milone di Siracusa che hanno conquistato l'intero podio, con al primo posto lo junior Mauro Ignazio Giudice che ottiene un crono di 11.25; al secondo posto l'allievo Cristiano Meli che chiude in 11.48 e la terza piazza se l'é aggiudicata Cristian Arena che conclude in 11.49. Primo dei reggini Daniele Gentile (Barbas) che occupa la 5^ posizione col tempo di 11.56. La gara dei m. 100 m. categoria Master maschile ha visto classificarsi al primo posto Ivano Francesco Nicoletti (SM40 - Atletica Master Trieste) con il tempo di 11.76; 2^ posizione per Antonio Talia (SM50 - Atletica Sciuto) che conclude in 13.52 e a salire sul terzo gradino del podio è Daniele Mari Piemontese (SM40 - I Podisti di Capitanata) tempo 13.59. Nella gara dei m. 400 vince Cristian Arena (A.S. Milone Siracusa) che completa il giro di pista in 52.50; secondo si classifica Riccardo Lavino (Atletica Barbas) che conclude in 52.99 e al terzo posto si classifica Alex Marino (CSG Catanzaro Lido) col tempo di 53.50. Facile la vittoria di Ahmed Semmah (Corricastrovillari) che si aggiudica i metri 800 con il crono di 2:02.01; secondo si classifica Samuele Massafra (Tiger Running Club) col tempo di 2:06.82 e in terza posizione  Vladimir Giovanni Renda (Fiamma Atletica CZ) che conclude il doppio giro di pista in 2:09.23. Anche nei metri 5000 riservati ai Master, vittoria facile per Antonino Maggisano (SM35 - Libertas Atletica Lamezia) che taglia il traguardo in 16:29.05; seconda posizione per Francesco Monti (SM50 - Violettaclub) che giunge al traguado col tempo di 18:37.71 e terzo si classifica Davide Cucinotta (SM35 - Podistica Messina) col tempo di 18:41.01. La gara di getto del peso viene vinta da Vitaliano Rappoccio (Atletica Olympus) con il miglior lancio di m. 12,78; dietro di lui Salvatore Marrapodi (Calabria Fitwalking) con m. 9,49.  E' lo junior Davide Pio Franco, dell'Atletica Olympus, che nel lancio del martello da Kg. 7,260 e con la misura di m. 54,52 che si aggiudica la gara ed ottiene il miglior risultato tecnico maschile e per questo verrà premiato a fine manifestazione dalla Signora Gavina Fresi; al secondo posto nella gara del martello troviamo il reggino Alessandro Raneri, che difende i colori del CUS Palermo, che ottiene la misura di m. 46,20; terza piazza per Vitaliano Rappoccio (Atletica Olympus) con m. 44,29. Nel giavellotto assoluto maschile, primeggia John Barbarello che scaglia l'attrezzo da 800 gr. a m. 52,97; al secondo posto si classifica Ismael Gattabria (Corricastrovillari) con m. 31,57 e in terza posizione si classifica Giovanni Vladimir Renda (Fiamma Atletica CZ) con m. 26,42. Il lancio del martello riservato ai master ha visto al 1° posto Agostino Palmieri (SM60 - Libertas Atletica Lamezia) con la misura di 27,19; al secondo posto si classifica Umberto Laganà (SM80 - Atletica Amatori Reggio) con m. 25,75 e, a seguire in terza posizione, il compagno di squadra Giuseppe Ammendola (SM80) che scaglia l'attrezzo da kg. 4 a m. 25,13.  Il podio dei m. 100 femminili vede, sul gradino più alto, l'allieva Beatrice Distefano dell'ASD Duilia Barcellona Pozzo di Gotto, che col tempo di 13.35, si aggiudica il premio per il miglior risultato tecnico famminile; sul secondo gradino del podio sale Lucia Zaccato (Pol. Dilettantistica Parallelo 39 di Cosenza) che ottiene il crono di 13.47; completa il podio l'allieva Veronica Lucia Sotera (Altis Athletics Catania) col tempo di 13.67. I m. 100 femminili master sono appannaggio di Irene Valeria Pugliese (Atletica Sciuto) che taglia il traguardo in 14.94. La gara dei m. 400 femminili vede al 1° posto Beatrice Distefano (Duilia Barcellona Pozzo di Gotto) che ferma i cronometri sul tempo di 1:08.10; seconda si classifica Anna Caroleo (Fiamma Atletica Catanzaro) tempo 1:10.01 e terza si classifica Arianna Vadalà Bertini (Atletica Barbas) col tempo di 1:10.73. Rosa Ciccone (SM45 - Atletica Sciuto) si aggiudica la gara dei m. 1500 Master col tempo di 5:38.01, seguita dalla compagna di squadra Irene Valeria Pugliese, che taglia il traguardo in 6:45.40 e al terzo posto si classifica Graziella De Stefano (Violettaclub) col tempo di 7:16.85. Il getto del peso assoluto femminile viene vinto da Anastasia Fuda (Calabria Fitwalking) con il miglior lancio di m. 6,57. Nei metri 80 piani riservati ai cadetti, vince agevolmente Salvatore Cangemi, rappresentante della Milone di Siracusa, che ottiene il crono di 9.51; al secondo posto Luigi Romeo (Altis Athletics CT) col tempo di 10.16 e terzo il compagno di squadra Francesco Magno con il tempo di 10.26. La gara dei m. 1000 cadetti ha visto la vittoria, decisa con un convinto allungo gli ultimi 200 metri, da Giuseppe Pio Ferro, rappresentante dell'Atletica Gioia Tauro, che taglia il traguardo col tempo di 2:52.43; secondo si classifica Francesco Billone (Duilia Barcellona Pozzo di Gotto) che, dopo aver condotto per buona parte della gara, conclude in 2:54.11; in terza posizione Sebastiano Trifilo (Duilia Barcellona Pozzo di Gotto) che chiude in 3:05.32. Il salto in alto cadetti viene vinto da Matteo Simonetta (Calabria Fitwalking) con la misura di m. 1,49; seconda posizione per il compagno di squadra Gabriele Polifrone che valica l'asticella posta a m. 1,35.  E dopo aver vinto i m. 80 piani, Salvatore Cangemi (Milone di Siracusa) vince anche il salto in lungo con la miglior misura di m. 5,63; al secondo posto si classifica Riccardo Iannò (Atletica Sciuto). Antonio Paternoster, rappresentante della Tiger Running Club, vince il giavellotto cadetti con m. 37,56; secondo Giuseppe Basile, atleta della Corricastrovillari, alle prime esperienze nella specialità, lancia a m. 29,69 e terzo, sempre della Corricastrovillari, si classifica Gabriel Carmine Miglio che lancia il giavellotto da gr. 600 a m. 27,20. Dopo la disputa di 2 serie, la gara dei m. 80 cadette viene aggiudicata a Vanessa Stelitano (Atletica Olympus) che ottiene il crono di 10.82; secondo posto per Ludovica Mauro (Atletica Barbas) tempo 11.03 e al terzo posto Ines Roberta Fazzino (Altis Athleics CT) tempo 11.08. Ludovica Mauro (Atletica Barbas) si piglia la rivincita sui metri 1000, dove taglia il traguardo per prima col tempo di 3:38.66; secondo posto per Yasmine Barkoumi (Atletica Sciuto) che completa la gara in 3:40.27; terza posizione per Gabriella Santagati (Altis Athletics CT) tempo 3:43.34. Il salto in alto cadette ha visto la vittoria di Anastasia Gattabria (Corricastrovillari) che valica l'asticella posta a m. 1,43, seguita da Maria Stella Marino (Atletica Minniti) che salta m. 1,35; terzo posto per Yasmine Barkoumi (Atletica Sciuto) con m. 1,20. Chiara Verdelli (Atletica Barbas) vince la gara del salto in lungo, con la misura di m. 4,26; seconda si classifica Roberta Ines Fazzino (Atis Athletics CT) con la stessa misura della vincitrice (m. 4,26) e al terzo posto si piazza Eleonora Castello (Atletica Olympus) con m. 4,02. Il lancio del giavellotto cadette viene vinto da Maria Stella Marino (Atletica Minniti) che scaglia l'attrezzo da 400 gr. a m. 24,04; seconda si classifica  Anastasia Gattabria (Corricastrovillari) con la misura di 21,69 e terza posizione per Chiara Verdelli (Atletica Barbas) che ottiene un miglior lancio di m. 18,36. Anche la categoria ragazzi e ragazze è stata rappresentata nel contesto della manifestazione; sono state disputate due gare, i m. 60 e i m. 600 per entrambe le categorie. A vincere i m. 60 maschili è stato Tommaso Grasso (Atletica San Donà - Eraclea) che ottiene il tempo di 8.37; seconda posizione per Tommaso Gabriele (Corricastrovillari) tempo 8.61; terzo posto per Gabriel D'Ascola (Atletica Sciuto) col tempo di 9.09. I metri 600 sono stati aggiudicati a Tommaso Gabriele (Corricastrovillari)  che conclude il giro e mezzo di pista col tempo di 1:57.50; secondo giunge al traguardo Gabriel D'Ascola (Atletica Sciuto) col tempo di 2:04.68; terza posizione per Cristian Barillà (Atletica Sciuto) tempo 2:07.57.  La gara dei m. 60 ragazze è stata vinta da Ilaria Musolino (Atletica Barbas) che taglia il traguardo in 9.36; segue al secondo posto, per soli 4 centesimi, Denise Maria Tripodi (Atletica Minniti) che ottiene il tempo di 9.40 e al terzo posto si classifica Alice Napoli (Atletica Sciuto) che chiude in 11.57. Doppietta per Ilaria Musolino, che si aggiudica anche la gara dei m. 600, conclusi col tempo di 2:02.29; al secondo posto si classifica Niama El Hattab (Atletica Sciuto) che conclude in 2:09.28 e in terza posizione la compagna di squadra Anna Musumeci col tempo di 2:21.39.

(pino pignata)

 



Condividi con
Seguici su: