Assegnati i titoli individuali su pista Master 2022

18 Ottobre 2022


 

Reggio Calabria 17.10.2022 - Si sono svolti sabato 15 e domenica 16 ottobre, sulla pista e sulle pedane del Campo Coni di Reggio Calabria, che da tempo non riesce a darsi un look appropriato, i Campionati Regionali Individuali Master, che hanno assegnato a tutti i vincitori, nelle diverse gare disputate e per ogni categoria, l'ambita maglietta di "Campione Regionale". La manifestazione, organizzata dal Comitato Regionale della Fidal Calabria, ha consentito a tre atleti, di conseguire il nuovo primato regionale di categoria. Nei metri 800 M65, Alberto Adamo dell'Atletica Olympus che ferma i cronometri sul tempo di 2:41.6 "limando" di ben 25 secondi il precedente primato, che apparteneva a Franco Armieri (Pol. Rinascita CS) che lo deteneva col tempo di 3:07.0. Umberto Laganà, lanciatore dell'Atletica Amatori Reggio, ritocca il già suo primato nel lancio del peso cat. M80, portandolo da m. 9,32 alla misura di m. 9,91. Nuova prestazione sempre nella categoria M80 nella gara dei m. 5000, dove Domenico D'Angelo (Atletica Sciuto) si inserisce tra i primatisti regionali di categoria, avendo realizzato il tempo di 31.36.1. Nelle gare disputate, i titoli "master" sono andati: nei m. 100 - M50 ad Antonio Talia (Atl. Sciuto) col tempo di 13.4; nei m. 100 - M65 ad Anzio Pacecca (Ulimp ASD) col tempo di 15.6; sempre Antonio Talia (Atl. Sciuto) vince i m. 200 col tempo di 29.6; Marco Federico, M40 della Pol. Magna Graecia ASD Cassano, vince i m. 400 col tempo di 1:08.5; nei m. 800 - M35 Giuseppe Bruno (Lib. Atl. Lamezia) vince con un buon 2:05.7, bissando poi il successo anche nei m. 1500, dove derma i cronometri sul tempo di 4:27.5; il titolo sui m. 1500 M40 va a Alfonso Gentile (Atletica Barbas) 5:13.3; i 1500 - M45 vanno a Consolato Caccamo (Violettaclub) tempo 5:16.2; per gli M50, il titolo va a  Francesco Monti della Violettaclub, che conclude la gara in 5:06.8; a Gaetano Sposaro (Violettaclub) va il titolo dei m. 1500 - M65 col tempo di 7:05.1; nei m. 5000, per la categoria M35 vince Antonino Maggisano (Lib. Atl. Lamezia) che completa i 12 giri e mezzo della pista col tempo di 16:29.9; nella cat. M40 vince Alfonso Gentile (Atletica Barbas) tempo 19:39.7;  nella cat. M45 vince Vincenzo Emili (Atletica Sciuto) che chiude in 17:45.3; per gli M50 vince Francesco Monti (Violettaclub) col tempo di 18:16.5; a Francesco Calluso (Violettaclub) va il titolo per la categoria M60 col tempo di 22:29.8. Nella gara del salto in alto conquista il titolo Claudio Milanese (Corricastrovillari) che valica l'asticella posta a m. 1,51; nella gara del salto in lungo - M65 risulta vincitore Anzio Pacecca (Ulimp ASD) con m. 3,84. Nella gara del lancio del disco, categoria M55 vince il siciliano Davide Le Donne con la misura di m. 33,62 che s'impone anche nel lancio del giavellotto, dove ottiene una miglior misura di m. 36,64. Il titolo regionale, invece, nella stessa gara del giavellotto, viene conquistato nella categoria M60 da Agostino Palmieri, con m. 21,10 e lo stesso atleta fa il bis nella gara del lancio del martello "con maniglia corta" dove vince con la misura di m. 10,85; Umberto Laganà (Atl. Amatori Reggio) conquista pure il titolo M80 nel lancio del martello, dove ottiene la misura di m. 27,84. Tra le master al femminile, Valeria Irene Pugliese F45 dell'Atletica Sciuto s'impone nei m. 100 col tempo di 14.7 e nei m. 200 col tempo di 32.7; alla compagna di squadra Antonietta Di Pietro vanno gli stessi titoli, ma per la categoria F60, che conquista con i tempi di 19.2 nei m. 100 e 41.2 nei m. 200. Lucia Caiulo F40 dell'Atletica Barbas, da suoi i titoli nei m. 400 - tempo 1:26.2 e nei m. 800 - tempo 3:26.2; nella stessa gara, sempre dell'Atletica Sciuto, Angela Neri F55 fa suo il titolo col tempo di 3:39.9. Costanta Roxana Duta (Atletica Sciuto) vince il titolo dei m. 1500 - F35 col tempo di 6:12.8, mentre per la categoria F60 è Grazia Toma (Atletica Barbas) che lo fa suo col tempo di 7:05.3. La potentina Vittoria Limongi (F40 - Club Atletico Lauria Sedas) s'impone nella gara dei m. 5000  col tempo di 22:34.5, mentre il titolo regionale F55 va a Graziella De Stefano (Violettaclub) col tempo di 29:29.2. Il lancio del peso viene vinto da Alessandra De Robertis (Atletica Canavesana) con la misura di 8,92. Saveria Sesto della Libertas Atletica Lamezia spazia tra il lancio del disco e la marcia km. 5 che vince rispettivamente con metri 15,21 w col tempo di 34:36.0.  Nelle cosiddette gare di contorno, John Barbarello (Atletica Barbas) ottiene il suo personal best nel lancio del giavellotto, che scaglia a m. 55,53; Vitaliano Rappoccio, lanciatore juniores dell'Atletica Olympus, scaglia il disco da Kg. 1,75 a m. 44,57, mentre con il martello da kg. 6 ottiene una miglior misura di m. 58,62. Nella gara del martello, doveroso citare il buon lancio di Davide Pio Franco (Atletica Olympus), dove ottiene la misura di m. 64,28; entrambi i martellisti migliorano il loro primato personale, portandosi più in alto nella graduatoria nazionale. E sempre nel martello, ma nella categoria allievi, sempre un primato personale per il giovane Federico Lentini (Milone Siracusa) che ottiene la pregevole misura di m. 63,03. Nei m. 80 cadetti, facile vittoria per Giuseppe Politi (Ulimp ASD) che ottiene il tempo di 9.9. Nel salto in lungo il cadetto dell'Atletica Barbas Sebastiano Zuccalà, reduce da una buona prestazione ai recenti Campionati Italiani Cadetti di Caorle, migliora il suo primato, saltando a m. 6,09. Si migliora pure Larbi Barkoumi (Atletica Sciuto) che nel lancio del martello cadetti ottiene la misura di m. 36,35; dietro di lui Giuseppe Basile (Corricastrovillari) che  ottiene la misura di m. 28,29. Tra le cadette si mettono in evidenza Vanessa Stelitano (Atletica Olympus), vincitrice dei m. 80 col tempo di 10.9 e dietro di lei Ludovica Mauro  (Atletica barbas) col tempo di 11.0. In fase di assestamento della tecnica di lancio, la giovane martellista dell'Atletica Minniti Fatima Faddal, che lancia il martello dal kg. 3 a m. 28,46. Tommaso Gabriele "ragazzo" della Corricastrovillari, spazia tra velocità e mezzofondo, dove primeggia nei m. 60 piani col tempo di 8.4 e nei metri 1000 col tempo di 3:19.9. Nel peso ragazzi, facile la vittoria di Daniele Caccamo (Atletica Olympus) che col peso da kg. 2 ottiene la misura di m. 12,16. Buona anche la prestazione di Jacopo Romeo, marciatore categoria ragazzi dell'Icaro, che nella gara dei m. 2000 ottiene il tempo di 12:36.5. Tra gli esordienti EM10 doppietta per Ferdinando Costa (Corricastrovillari) che vince i m. 150 in 22.7 e i m. 50Hs in 9.0. Nei m. 150 buone anche le prestazioni  di Alessandro Guarnaccia (Ulimp ASD) 2° in 23.9 e Antonino Pirrello (Atletica Olympus) 3° in 24.6. Kristel Santoro, categoria ragazze, s'impone con autorità nei m. 60, vinti col tempo di 8.5 e nel salto in lungo, vinto agevolmente con un miglior salto di m. 4,66. Alessia Morabito (Atletica Barbas) giunge per prima al traguardo nella gara dei m. 1000 ragazze che conclude in 3:33.9. Serena D'Ingianna (Tiger Running Club) stacca le avversarie nei m. 150, giungendo al traguardo col tempo di 21.8; dietro di lei Emma Stelitano (Atletica Olympus) che chiude in 23.5 e al terzo posto si colloca Gaia Ya Corrado Azzazi (Atletica Sciuto) che conclude col tempo di 24.0. Buona anche la prestazione di Emma Stelitano (Atletica Olympus) che nei metri 50 Hs ottiene il tempo di 9.5. E mentre a Reggio Calabria si assegnavano i titoli master, a Molfetta, al "Festival delle Prove Multiple" erano impegnati tre atleti calabresi Davide Parma (Cosenza K42) e Marco Caccamo (Atletica Olympus) nel decathlon allievi e Ahmed Semmah (Corricastrovillari) nella gara dei m. 1500. Per Ahmed Semmah, nessun problema a risolvere la gara in suo favore, considerato che tra lui, vincitore della stessa col tempo di 4:04.51 e il secondo arrivato Giuseppe Paolillo (Avis Barletta) ci sono stati 23 secondi di differenza, anche se occorre dire che trattavasi di atleta appartenete alla categoria allievi. Gara decisamente più impegnata per i due atleti calabresi, che si sono cimentati nel decathlon allievi, vinto alla fine da Alfredo Rainò (Atletica Cisternino) con 4.932 punti. Brillante la prestazione di Davide Parma, giunto 2° con 4.729 punti e con i seguenti punteggi singoli. m. 100/11"80 - m. 400/55"50 - m. 1500/5:44.53 - m. 110Hs/ 17.32 - alto/ 1,71 - asta / 3,00 - lungo/5,97 - peso 11,26 - disco 31,10 - giavellotto/non classificato. Effettivamente, peccato, anche considerato che Parma ha sfiorato il suo personale, pur non avendo ottenuto alcun punteggio nel giavellotto. Buona anche la performance di Marco Caccamo, che alla fine totalizza 4.658 punti, migliorando il P.B. di oltre 1000 punti e chiudendo al 3° posto con i seguenti parziali: m. 100/12"45 - m. 400/60"97 - m. 1500/5:42.32 - m. 110Hs/ 17.47 - alto/ 1,62 - asta / 2,50 - lungo/5,38 - peso 12,28 - disco 42,18 - giavellotto/28,95. Nota di considerazione sull'atleta che è solo al 1° anno della categoria allievi e quindi, il futuro si prospetta roseo.

(pino pignata)



Condividi con
Seguici su: