Master alla riscossa con nuovi primati regionali

10 Maggio 2022


 

Reggio Calabria 7/8 maggio 2022 - Presso l'impianto del rione Modena di Reggio Calabria, per l'occasione vestito a festa, considerato il nuovo look al quale non eravamo più abituati a vedere, ovvero l'erba alta del campo e zone limitrofe scomparsa quasi per miracolo o grazie a chi ha voluto prodigarsi per rendere più dignitoso un luogo dove centinaia di giovani e meno giovani, giornalmente si ritrovano nell'intento di dare lustro, con il proprio impegno, al buon nome della nostra Reggio Calabria, si sono svolti i Campionati di Società per le categorie Allievi - Master ed Esordienti maschili e femminili, oltre al Trofeo delle Province per Ragazzi e Ragazze. Il meteo, nelle previsioni ostile, si è rivelato un falso allarme, almeno per le alture di Modena, regalando nel complesso una “due giorni” quasi primaverile. Il risultato più importante è stato conseguito da Riccardo Lavino (Barbas) che fa suo il primato regionale (outdoor) del salto con l'asta, superando alla seconda prova metri 4,61 e togliendo il primato al messinese Antonino Abate (Naf Aranca), che lo deteneva con m. 4,60 dal 1988. Riccardo Lavino, allenato dal tecnico Luigi Barbarello, ha un personale indoor nel salto con l'asta di m. 4,65 ed è detentore pure del primato assoluto del decathlon; considerate poi le sue capacità e potenzialità, siamo certi di ulteriori e migliori performance.  Onore pure agli atleti della categoria Master, che nel corso delle due giornate di gara hanno ottenuto 9 primati regionali: n. 5 tra gli uomini e n. 4 tra le donne. Giuseppe Bruno – M35 della Libertas Lamezia - dopo aver scalzato dai primati Antonio Amodeo (Marathon CS) nei m. 800, gli toglie pure quello dei m. 1500, ottenendo il tempo di 4:15.51. Sempre nelle gare di corsa, Giuseppe Gagliardi (M45 - Cosenza K42), dopo una gara condotta senza avversari, ottiene il tempo di 16:14.89 e diventa detentore del primato regionale dei m. 5000 togliendolo a Luca Chiodo (Fiamma Atletica Catanzaro) che a Barcellona, nel 2017 aveva ottenuto 16:20.01. Gianfranco Nardi (M60 – Cosenza K42) fa sua la gara del salto triplo, stabilendo ex novo la migliore prestazione regionale della sua categoria. Nel lancio del disco categoria M80, Umberto Laganà (Atletica Amarori Reggio) si migliora e consolida il suo primato, portandolo da m. 22,31 a 22,82. Interessante la gara del lancio del giavellotto, dove Antonio Vaccari, (M55) transitato nelle fila della Cosenza K42, ottiene al primo lancio la misura di m. 50,77 migliorando il primato regionale, che già gli apparteneva con m. 50,31. In campo femminile, tre nuovi inserimenti nell’albo dei primati regionali con Saveria Sesto (F60 – Libertas Atletica Lamezia), che vince la gara del lancio del giavellotto con m. 11,12 per poi bissare la vittoria nella gara del lancio del disco dove ottiene la misura di m. 15,56 e scalzando dai primati Serafina Cuzzocrea (Atletica Amatori Reggio) che aveva ottenuto m. 11,38. Nella gara di marcia m. 3000, Mariangela Infortuna (F55 Cosenza K42) fa registrare, ex novo, il primato regionale col tempo di 23:19.22. Anche nella staffetta 4x100 femminile (F50) la Cosenza K42, con le atlete Annunziata Fondacaro, Maria Gabriella Bartoletti, Noemi Baldino e Sabrina Gioberti, fa inserire una nuova casella nell’albo dei primati, fermando i cronometri sul tempo di 1:13.80. Ma anche le gare riservate alle categorie giovanili ed assolute, hanno fatto registrare risultati di tutto rispetto; a cominciare da Davide Pio Franco, atleta dell’Olympus di Reggio Calabria, che nella gara del disco (kg. 1,750) ha fatto registrare un miglior lancio di m. 48,97, bissando la vittoria pure nel lancio del martello (Kg. 6,000) con m. 62,07. L’atleta, ancora giovane, ma dotato di buone qualità fisiche e capace di apprendere facilmente quanto gli viene suggerito dai tecnici dei lanci dell’Olympus, Mimmo Pizzimenti e Franco Raneri, sarà elemento valido a rappresentare la nostra Calabria, e non solo, nel prosieguo della sua carriera. Nella gara dei m. 300 categoria cadette, Vanessa Stelitano (Atletica Olympus) ottiene un discreto 44”40, mentre nella staffetta 4x100 cadette la Barbas di Salvatore Calcagno ottiene il risultato di 54”97 con Sarah Maria Velino, Carlotta Vadalà Bertini, Chiara Verdelli e Ludovica Mauro che saranno sotto osservazione del Settore Tecnico Regionale, unitamente alle staffettiste della Cosenza K42, che di recente si sono appropriate del nuovo primato regionale col tempo di 53”97. La gara del lancio del martello riservata alla categoria ragazzi, che si sono cimentati con l’attrezzo di kg. 2,000, ha visto impegnati in pedana tre giovanissimi che, con l’emozione di chi si impegna per la prima volta, hanno dato vita ad una gara che si è risolta alla fine con l’ultimo lancio; ha avuto la meglio Francesco Nava (Atletica Minniti) con m. 32,70 su Daniele Caccamo (Atl. Olympus) con m. 30,72 e Francesco Romeo (Atletica Olympus) con m. 18,07. Nelle rimanenti gare, risultati lusinghieri, considerato il periodo della stagione agonistica alle prime battute, da parte di tutti i concorrenti nelle diverse specialità, ma sono serviti ai responsabili di settore a delineare una lista di atleti, in vista dei prossimi raduni estivi, già nella fase organizzativa.

(pino pignata)

 



Condividi con
Seguici su: