Riccardo Lavino si migliora nell'asta saltando 4,81

31 Maggio 2022


 

Reggio Cal. 28-29 maggio 2022 - E' ancora Riccardo Lavino, atleta "promessa" della Barbas  di Reggio Calabria a far parlare di se per i risultati conseguiti. Questa volta ci regala momenti molto graditi, in quanto è riuscito, anche lottando contro un vento molto fastidioso che, seppur spirando nel senso della rincorsa, lo ha continuamente infastidito, ha valicato l'asticella del salto con l'asta, posta alla misura di m. 4,81. Dopo ottenuto il primato regionale assoluto della specialità, anche per la gioia dei tanti sostenitori presenti, compreso il suo tecnico Luigi Barbarello,  avrebbe avuto altre buone chance per superare anche m. 4,91, ma dopo ben 10 rincorse estenuanti, rimanda "alla prossima" un ulteriore miglioramento del suo personal best.  Gli impegni non gli mancheranno a breve, quando avrà l'opportunità di competere con atleti di elevata caratura tecnica, soprattutto ai campionati italiani di decathlon, specialità  che lo ha visto di recente porre il proprio nominativo nell'albo dei primatisti regionali assoluti. Entusiasmante anche la gara del reggino Riccardo Ferrara, pesista in forza al Gruppo Sportivo Carabinieri di Bologna che, ancora una volta, dà spettacolo con le sue fantastiche bordate nella gara del getto del peso, dove dopo il primo lancio, nullo di pedana, effettua 5 lanci, tutti al di sopra dei 19 metri (19,31 - 19,62 - 19,78 - 19,62 - 19,74). Ormai, concorde tutto il parterre dei fortunati astanti, che il muro dei 20 metri ha "i minuti contati" e il colosso reggino, allenato dal tecnico Franco Raneri, a breve ci farà assaporare la gioia di lanci mai visti nella nostra Calabria! Ma la due giorni reggina ha messo in evidenza due giovanissimi  della categoria esordienti 10, con la conquista di altrettanti primati regionali; uno di questi è Ferdinando Costa - EM10 - della Corricastrovillari, che nella gara dei m.

50Hs porta da 9"60 a 9"10 il record di categoria, togliendo il primato a Riccardo Iannò  dell'Atletica Sciuto.  Nella stessa gara, categoria femminile EF10, altro primato regionale conquistato ad opera di Serena D'Ingianna della Tiger Running Club, che ottiene il tempo di 9"36, scalzando dall'albo dei primati Emma Stelitano dell'Olympus di Reggio Calabria, che lo deteneva col tempo di 9"62. E sono ancora gli atleti della categoria master che, al femminile, ottengono due primati regionali con Spyridoula Souma -SF55 - della Cosenza K42, che migliora il primato regionale nelle gare dei m. 200 e dei m. 800, dove ottiene rispettivamente 36"10 e 2'53"46,  togliendo entrambi i primati a Paola Panuccio, atleta dell'Atletica Olympus, che vantava 40"95 nei m. 200 e 3'22"61 nei m. 800. Al maschile, per la categoria SM60 è Agostino Palmieri, della Libertas Atletica Lamezia, che diventa il nuovo primatista regionale nel Pentathlon Lanci con il punteggio di 2.242 punti e con i parziali di: m. 26,52/426 p. nel martello - 8,79/544 p. nel peso - 29,42/489 p. nel disco - 21,05/296 p. nel giavellotto e 10,20/487 p. nel martellone con maniglia corta. Il precedente record apparteneva allo stesso atleta con 2.141 punti. Nelle altre gare, in evidenza ancora Davide Pio Franco atleta juniores dell'Atletica Olympus, che nella gara di lancio del martello da kg. 6 ottiene la miglior misura di m. 63,78 misura che lo pone al 4° posto delle graduatorie nazionali stagionali di categoria. Al secondo posto il compagno di squadra Vitaliano Rappoccio che ottiene la buona misura di m. 52,78. Stessa classifica nel lancio del disco, dove Franco ottiene il primo posto con m.  45,25 e Rappoccio la seconda posizione con m. 43,86. E sempre nel lancio del disco, ma della categoria allievi, buono il risultato ottenuto dall'atleta Marco Caccamo (Atletica Olympus) che scaglia l'attrezzo da kg. 1,5 alla misura di m. 40,94; al secondo posto il cosentino Parma Davide della Cosenza K42 che ottiene la misura di m. 35,95.

(pino pignata)



Condividi con
Seguici su: