Run4Hope - La Calabria presente alla corsa della solidarietà

30 Maggio 2022


 
Domenica 29 maggio, alle ore 11:00, è giunta a conclusione la Corsa della Solidarietà Run4Hop; un tour di 9 giorni, iniziato nella nostra Calabria il 21 maggio, in contemporanea per tutta l'Italia. La prima tappa, coordinata dall’ASD CorriCastrovillari di Gianfranco Milanese, ha avuto inizio da San Bernardino a Morano (CS ed ha visto runner, simpatizzanti, amici e società sportive, impegnati nella nobile causa della raccolta fondi in favore dell'AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma) che ha già ottenuto grandissimo riscontro e tanti contributi.
E' stato il giovane ucraino Oleksii Andriievskyi, fuggito dalla guerra nel suo paese, ad aver ceduto il testimone al presidente Aldo Jacobini della Polisportiva Magna Grecia di Cassano allo Jonio, che ha preso in carica la seconda tappa Cassano - Doria, partendo dalla chiesa della Madonna della Catena. Giunto a destinazione, a Doria, ha ceduto il passo idealmente alla terza tappa San Sosti - Roggiano, curata dalla CorriCastrovillari e dell’ASD Verge Sport di Antonio Perrone che, insieme ai numerosi runner, ha portato il testimone dalla chiesa della Madonna del Pettoruto di San Sosti alla villa archeologica di Larderia a Roggiano Gravina.
La quarta giornata si è aperta con i ragazzi dell’A.S.D.

Sport 360° di Carmelo Servidio che hanno attraversato il borgo di Mangone, muovendo dalla chiesa della Madonna dell’Arco, passando il testimone ad Alessandra Albanese della Hobby Marathon, che aveva l’incarico di condurlo, nella quinta tappa, dal Polo Oncologico “Ciaccio” di Catanzaro fino a Squillace. Lì, ad attendere il gruppo c’era la Correre Insieme di Francesco Menniti, coadiuvato dal Presidente Ferdinando Maletta e dalla vice Annamaria Forleo, arrivando nella bellissima Soverato, percorrendo la famigerata Costa degli Aranci.

È stata poi la volta di Serra San Bruno, luogo deputato per la sesta tappa. Sempre con il gruppo della CorriCastrovillari di Gianfranco e Alice Milanese, supportati dalla Poliporto Soverato di Rocco Migliorino e Ettore Soluri, dalla Soverato In Cammino Fitwalking e da tutte le associazioni che hanno preso parte all’evento, i runner hanno corso lungo il tratto circolare che da piazza Mons.

Barillari arriva fino a Santa Maria, passando per il viale che conduce alla splendida Certosa di Serra San Bruno, uno dei fiori all’occhiello di questo borgo della provincia di Vibo Valentia.

Il testimone è passato poi alla Corri Con Noi Palmi di Alessandro Fazzalari, che ha coordinato la settima tappa Palmi - Bagnara, attraversando luoghi splendidi con una vista mozzafiato su scenari paradisiaci.
La Run4Hope ha proseguito verso Villa San Giovanni, curata nel tragitto sulla costa tirrenica, da Enzo Mollica della Corri con Noi Palmi e domenica 29 maggio, alle 11:00 a Reggio Calabria, sul chilometro più bello d’Italia, la Corsa della Solidarietà Run4Hop giunge al capolinea calabrese, ricevuta da Mario Sciuto, presidente  dell'Atletica Sciuto che, unitamente a tanti atleti dell'associazione, hanno fatto gli onori di casa.
Mario Sciuto poi, chiude il capitolo "Calabria", attraversando lo Stretto di Messina e, in segno di fratellanza, scambia il proprio testimone con quello utilizzato nella regione Sicilia.  L’evento si è potuto svolgere grazie al supporto del Coni, dell’Esercito Italiano, dell’Aeronautica Militare, delle Amministrazioni comunali dei luoghi interessati e della Fidal. A questo proposito il Presidente della Fidal Calabria, Vincenzo Caira si è detto soddisfatto della manifestazione: «Non potevamo mancare a questa staffetta solidale e dare il nostro contributo alla ricerca" è stato il suo pensiero, largamente condiviso dalla Fidal Calabria. E' stata un’organizzazione impeccabile e per questo ringrazio il nostro responsabile del Settore Master Gianfranco Milanese. La Calabria è stata presente, ha fatto e farà la sua parte. Lo scorso anno - ha aggiunto e concluso Caira - il ricavato è stato cospicuo ed è stato devoluto all’AIRC; quest’anno per AIL e una quota verrà destinata, molto probabilmente, per l’Ucraina.


Run4Hope a Reggio Calabria


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate