Siciliano e Zuccalà in evidenza agli Italiani di Caorle

04 Ottobre 2022


 

Caorle 1-2 ottobre 2022 - E' calato il sipario sui Campionati Italiani Individuali e per Regioni Cadetti e Cadette, che a Caorle, in una due giorni intensa di emozioni, hanno regalato gioie, frammiste a delusioni, che hanno pervaso tutti gli atleti delle 21 rappresentative regionali presenti. La nostra regione si è classificata al 18° posto nella classifica combinata, non rappresentando, come spesso è successo, il "fanalino di coda", ma dietro la Calabria ancora tre regioni e questo non ci dispiace; certamente frutto dell'impegno e la dedizione che tutto il Comitato Regionale della Fidal Calabria ha dedicato, nello specifico, soprattutto a queste categorie giovanili. I nostri atleti hanno dato il massimo, ognuno con le proprie potenzialità, per contribuire al meglio alla classifica di squadra. Chi è  riuscito nell'intento di migliorare il proprio "personal best" e chi, nonostante l'impegno, è incappato in qualche situazione emotiva, principalmente per poca esperienza a competizioni di un certo spessore e chi a corto di preparazione, che hanno comportato una prestazione tecnica al di sotto delle aspettative. Di certo è che, sia per l'impegno profuso, che per i risultati ottenuti, tutti gli atleti meritano il plauso generale, che è stato attribuito loro anche dallo Staff Tecnico presente: Salvo Pisana, Angelo Turano, Alina Grigore e Antonio Ferro, compiaciuti per il risultato complessivo ottenuto. Venendo poi alle singole gare, un plauso in primis, va al "capitano" della squadra Simone Siciliano (Cosenza K42) che dopo aver conquistato in batteria l'accesso alla finale dei primi, con il tempo di 36"96,  si migliora ulteriormente nella finale, dove ottiene con un buon 36"53 la sesta piazza in assoluto e il nuovo primato regionale, che apparteneva a Iuzzolini della Milonrunners di Crotone, che lo deteneva con il tempo di 36"65.

Sebastiano Zuccalà (Atletica Barbas), impegnato nell'esathlon, demolisce il primato regionale che gli apparteneva, portandolo da 3150 punti a 3707 punti, conquistando un pregevole 7° posto in classifica. Qualche gara non è andata per come l'atleta si aspettava, ma il risultato ottenuto denota una complessiva crescita dal punto di vista tecnico. Antonio Paternoster, giavellottista della Tiger Running Club, anche se deluso per il risultato ottenuto di m. 40,44 frutto di qualche tensione di troppo in gara, porta 12 punti nella classifica per regioni. Nella gara dei m. 1200 siepi Giuseppe Pio Ferro, atleta dell'Atletica Gioia Tauro, ottiene l'8^ posizione nella prima serie con il personale migliorato di 6 secondi, che porta a 3'40"30 e che costituisce il nuovo primato regionale, scalzando dall'albo dei primati Martino Colonese (Cosenza K42) che lo deteneva con 3'42"21. Nei m. 300 al femminile Vanessa Stelitano accede alla finale delle seconde, conquistando una 6^ posizione con il personal best di 43"76. Nel lancio del martello, entrambi i concorrenti, il cadetto Larbi Barkoumi (Atletica Sciuto) e Fatima Faddal (Atletica Minniti) da poco impegnati nella specialità di lancio, ottengono risultati che lasciano presagire che il loro cammino è appena iniziato, ma che potrebbe riservare loro un futuro roseo. Una menzione è doverosa per Paolo Occhiuto (Cosenza K42) che nella gara dei m. 300Hs si produce in un escalation, purtroppo fino all'ultimo ostacolo, dove a causa dello sforzo prodotto, incespica nella barriera che lo fa cadere, vanificando una gara che gli avrebbe concesso sicuramente l'accesso ad una delle finali. Migliore risultato stagionale per Maria Stella Marino (Atletica Minniti) che passa da m. 26,15 a m. 29,27 nella gara del lancio del giavellotto. Per tutti, comunque, una manifestazione che lascerà il segno in tutti gli atleti, sia per l'importanza della competizione, sia per l'esperienza maturata e anche per le lezioni di comportamento prima, durante e dopo le gare, che tutti gli atleti, con voglia di arrivare lontano, dovranno attenersi per il raggiungimento delle mete prefissate.

(pino pignata)



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate